cute lesa

mi sono procurato una ferita alla pianta del piede. niente di grave. è successo mentre risalivo uno scoglio viscido e puntuto per certe patelle tenacemente adese. al momento non me ne sono accorto. più tardi un fastidio sordo mi ha fatto sollevare l’arto. solo allora ho preso coscienza dell’accaduto. un taglio lineare di cinque centimetri  correva parallelo al margine laterale del piede destro. non avvertivo dolore. inquietudine piuttosto. chè a me la mancata integrità del rivestimento cutaneo allarma. quanto vive  lavora e produce sotto il derma  lo intuisco così esposto alle insidie esterne.  un attentato potenziale al corretto funzionamento dell’organismo condotto pel tramite di quella fastidiosa breccia epiteliale. ho pulito la ferita con scrupolosa cura. ho allontanato minuti detriti che ne occupavano il letto potendone compromettere la cicatrizzazione. ho evitato l’apposizione del cerotto  occlusivo affinché i tessuti lesi potessero ossigenarsi liberamente. l’ho scrutata di continuo per coglierne eventuali segni di degenerazione. ho fatto bene. la ferita  sta rimarginando. i bordi per un tratto sono già riaccollati . mi sento più leggero. la cute  va riacquistando piano la sua tranquillizzante integrità. ora devo stare attento ad evitare altre lesioni. non lo sopporterei. 

 

 

 

 



12 commenti ↓

#1   Isy il 22.07.08 alle 08:03

Mi piace molto il tuo

modo di raccontare la vita

attraverso parole

apparentemente

distratte ma efficaci..

grazie

biongiorno

:) )

#2   Hope il 22.07.08 alle 09:07

“ora devo stare attento ad evitare altre lesioni. Non lo sopporterei.”

nemmeno io

nemmeno io

e ci metto molta molta attenzione, ho cerotti e detriti da allontanare a volontà, che altri tagli lineari non li SOPPORTEREI.

Ciao Effegem

(e se non ho compreso il post…AMEN!)

#3   MjB il 22.07.08 alle 11:39

Ma te sei sempre al mare?

#4   io il 22.07.08 alle 12:54

Hai fatto benissimo ad apporre una meticolosa cura. Spesso ho visto certe ferite degenerare in cancrena fino ad arrivare poi al taglio dell’arto.

#5   Guiro Karelias il 22.07.08 alle 14:01

quegli stupidi tagliettini sono i più fastidiosi

#6   Melania il 22.07.08 alle 16:57

L’ultima ferita oggi. ci vorrà il resto della mia vita a liberarla dai detriti. Difficile la cicatrizzazione, molto difficile.

#7   Lory il 22.07.08 alle 17:12

Sei stato bravo a medicarti da solo! Mai cugina è andata al pronto soccorso per un’unghia spezzata… le hanno riso in faccia e lei si è offesa!!! Ma forse non fa testo perchè pretende che le si spalmi la crema solare con il palmo della mano e non con le dita sennò le viene l’abbronzatura a strisce… cosa c’entra??? C’entra, c’entra visto che sei sempre al mare ultimamente… ce ne siamo accorti tutti!!!:DDD

Bacino ;P

#8   picci il 22.07.08 alle 17:36

ci sono lesioni più fastidiose.

prendi che un cucciolo di cane ti morda sul naso.

ecco. e che la cicatrice non abbia margini regolari.

che rimanga un segno evidente.

io amo i segni. ma sul naso…insomma.

le uniche cicatrici che non vorrei sono quelle che ti deturpano dentro. ma si sa. quelle sono ben più difficili da pulire da detriti e batteri e più predisposte a infettarsi.

#9   fgem il 22.07.08 alle 21:39

x isy

nulla nel mio modo di scrivere è distratto

x hope

attenta anche te allora

x mjb

vivo di rendita

x io

parole sante

x gk

parole sante 2

x melania

sempre acuta. come al solito.

x lory

maddai !!!!??!

x picci

come non darti ragione

#10   Isy il 23.07.08 alle 06:38

E lo dici a me ?

Lo so benissimo..

guarda che ormai

è da un bel po che ti leggo

e ti “sopporto”

infatti io ho scritto

“apparentemente”

distratte ma efficaci..

La smetti con la

storia del Santa Subito..

uffa!!

Possibile che mi devi

sempre prendere in giro ??

e che cavolo !!

Buongiorno!!

Perfido..: ))

#11   raffabella il 23.07.08 alle 22:52

guru fgem.

ma che mi ti azzoppi girovagando per scogli?

ma che vai in giro a fare su quelle superfici insidiose e scivolose?tu che devi mantenenrti in salute per divulgare il verbo non puoi farti male.nel corpo.nell’animo.nello spirito.io istituirei il giorno della guarigione del piede offeso.così anche tu “un giorno”potrai festeggiare qualcosa qui sul blog.così potrai andare in hp e dire”auguri blogghino.auguri.un anno fa il mio pieduzzo guariva”. :)

per inciso.io ciò il piede sx offeso.

in due non ne facciamo uno.oleee.

torno al mio mondo.

per un po’ mi sono sentita in dietro con gli anni.e nella bella paris.

grazie guru fgem.quello che tu puoi nessun’altro può.

raffabella

#12   demi4jesus il 15.08.08 alle 20:07

Ahahahaa rendi meravigliosa anche una ferita raccontandola! :D spero che la cicatrizzazione sia andata a buon fine e che il tessuto epiteliale si sia completamente ristabilito! ;)