prato

sono stato in vacanza. su di un prato. di quelli folti e verdi. per un’ora o poco più. mi sono disteso sul manto vegetale. con calma. a diretto contatto col terreno. chiudendo gli occhi ho ascoltato il silenzio ed annusato i colori. ebbro di sensazioni ho volto poi il capo d’un lato. riabilitata la visione ho superato il primario smarrimento. poi è iniziato lo spettacolo. ho partecipato di minute esistenze alate. di provvisorie efflorescenze cremisi. di effimere espressioni erbacee. per la postura assunta potevo  indagare  imprevedibili geometriche vegetazioni dalle esuberanti esplosioni cromatiche. avvertire fragranze minimali pure energiche e vitali. studiare improvvisi  volanti bagliori. assunta nuovamente la stazione eretta procedevo nell’erba con timorata soggezione.



18 commenti ↓

#1   Insopportabile il 03.06.09 alle 17:40

Questione di punti di vista,
il mondo trova nuove prospettive e colori,
forse motivazioni migliori.
Bel quadro, dipinto con parole vive.

#2   arial il 03.06.09 alle 22:34

e come hai potuto dopo riprendere la stazione eretta dopo aver provato questo universo in orizzontale, difficile da lasciare…e da dimenticare?

La vacanza devi averti fatto benone, mai tanta forma così in bella vista a descrivere sensazioni e delicate onde del cuore. Complimenti!

#3   zagara il 04.06.09 alle 16:54

Bentornato! Complimenti per la sottile descrizione a distanza ravvicinata del terzo tipo del prato…spero ci sia stata anche qualche coccinella porta fortuna o magari un vermiciattolo verde che strisciava felice..:) saluti Zagara

#4   salem il 05.06.09 alle 08:39

siamo parte di un tutto, un microcosmo anche noi, come quel prato, solo che noi, purtroppo, abbiamo supponenza e superbia di essere le migliori creature viventi.

#5   Arturo Folletti il 05.06.09 alle 09:20

attento alle merde di cane fgem!!

#6   Melania il 05.06.09 alle 11:21

Da quanto tempo, Fgem… un vero piacere rileggerti. Spero a presto.

Ti trovo molto fresco e colorato…

#7   Titania il 06.06.09 alle 11:23

Augh

:)

#8   Raffi il 06.06.09 alle 15:30

Il contatto con la natura e le molteplici forme di vita che la abitano ci ricordano che ne facciamo parte e dobbiamo rispettarla e proteggerla…meglio una passeggiata immersi nella natura che ore davanti al computer!!!

#9   raffabella il 07.06.09 alle 13:09

a volte basta cambiare il punto di vista con cui si guarda il mondo.e tutto appare diverso.e nuovo.

ti aspetto giovedì.

sai dove.ne sono certa.

#10   MjB il 07.06.09 alle 18:15

Annusare i colori fa vivere le immagini nello stomaco.

#11   Emiliano "Lian" il 15.06.09 alle 21:00

Chi ce lo fa fare, di sporcarci le scarpe sul prato. Tieniamocele pulite e camminiamo sull’asfalto, non ci costa nulla. ;-)

#12   ivy il 20.06.09 alle 18:28

insomma un picnik senza panini ;-)

#13   Drevis il 15.07.09 alle 22:38

“Il fenomeno è volontario al punto che il sinesteta puro, vede i suoni e sente i colori”

#14   Isy il 23.07.09 alle 16:16

Almeno a litigar con te c’era più gusto..
sapevo sempre cosa aspettarmi.. nel senso pugnalate si ma eran previste..ora invece…
sao :)

#15   Melania il 30.07.09 alle 10:53

Fgem, non scrivi più?

Passo a trovarti, aspettandomi di aver tanti post da leggere e invece ritrovo lo stesso che avevo lasciato…

Che ti succede?

un bacio

#16   nina il 31.07.09 alle 16:50

Fgem, si avverte tutta quanta la sensibilità che emerge per la natura dalle tue parole.

Cacchio, Fgem sarai in vacanza spaparanzato tra i verdi prati o sulla sabbia rovente?

Comunque sia, divertiti:-))

nina

#17   MjB il 14.08.09 alle 16:14

Dove sei?

Ritorni vero?

#18   Melania il 18.08.09 alle 12:28

Ancora niente.

Mi ero un po’ illusa.

Torna, dai… ho bisogno di leggere qualcosa di davvero “bello”…

un bacio