blog?

 

 

 

 

 

 

 

piantatela col blog.non serve a niente.non vi serve a niente. se non a soddisfare la vostra vanità.quella che esorta a mettersi in mostra. bloggo per  sentirmi qualcuno. uno pseudoscrittore con un suo pseudopubblico. la fiera della vanità ecco cos’è il blog. chi sente davvero di dover scrivere lo fa in privato. chi ha l’urgenza sacrosanta di mettere per iscritto le proprie emozioni fantasie e sensazioni non ha bisogno di una platea in attesa di quelle parole. succede che chi scrive sul blog lo fa in realtà per gli altri. per i commenti altrui. il blogger vive dei commenti. sono il pimento per continuare a postare. prendetevi una pausa. scrivete per voi stessi. vi farà bene. tanto.

 

 

 

 



28 commenti ↓

#1   Mary il 21.06.10 alle 17:35

E tu, per chi scrivi?

#2   Arturo Folletti il 21.06.10 alle 17:44

Scrivere non fai bene

#3   peppe il 21.06.10 alle 17:55

In effetti Mary nel suo commento ha ragione: tu per chi scrivi? Si fa presto a predicare bene e a razzolare male, insomma, ognuno può tenere un blog per se stesso, per vanità, per hobby, per esser uno pseudoscrittore, pseudopoeta, in fondo gran parte di tutto ciò che è internet è tutto pseudo, è una realtà che ci immaginiamo diversa. Ciao

#4   maria grazia il 21.06.10 alle 18:17

Fgem avei tanto da scrivere, ritieniti fortunato:
TU sei perfettamente ciò che hai scritto, anzi MOLTO PEGGIO!
Se vuoi un consiglio non replicare…
quanti blog hai tu? ho perso il conto, già tu scrivi al vento!
Quante CAZZATE avete scritto tu e l’amica tua eh? VISIBILI A TUTTI…
La signora ISYMARO non ti dice nulla? poi ti arrabbi perché ridono di voi? coinvolgendo tra l’altro anche altre persone! …devo andare avanti!!!
Tutto ha un limite: VAI A QUEL PAESE FGEM!
Sappi che con te sono stata anche troppo gentile!
VERGOGNATI!

#5   Severo il 21.06.10 alle 18:19

ma la pazza ha cambiato nome ???? :)

#6   ivy il 21.06.10 alle 21:23

wow a sapere che vivi anche per un mio commento mi dà un senso più forte alla vita ;)

#7   mistycg il 21.06.10 alle 21:53

io non scrivo infatti, soddisfo la mia vanità. e mi fa bene . tanto.
a te, quanto fa bene???
ciao ciao ciao

#8   Gramigna il 21.06.10 alle 22:35

Spesso il desiderio di farsi sentire e capire dagli altri investe la razionalità e quindi all’essere coscienti che la vanità ci fa relazionare in modo distorto.
Ma un pubblico -alle volte- spinge a dare il meglio di noi stessi. Quindi forse non è cosi sbagliato avere un blog. Forse è il modo migliore di farsi scoprire per quello che si prova.

Fgem. Un abbraccio, come sempre.

#9   celia il 22.06.10 alle 07:54

E che male c’è a soddisfare la propria vanità? Se cosi’ fosse perchè no?
Credo che la vanità sia un elemento fondamentale per poter aver un blog, soddisfarla o no quello è altra cosa, ma altri sono i fattori che spingono ognuno di noi a scrivere. Io per esempio non scrivo da un anno e più ma vi leggo quando posso sempre volentieri e volentieri lascio un commento. Anche lasciare un commento credo che sia un gesto che profuma un po’ di vanita’ ma è anche e sopratutto un modo per comunicare, lasciare traccia, un saluto fugace, un confronto. Cosi’ come quando si posta non lo si fa certo mai per se stessi, è un modo per dire a tanti ciò che in quel momento si prova, un modo per provocare discussioni, per alimentare scambi di qualsiasi natura, di opinione, di amicizia. Tu per esempio ora vuoi provocare e ci riesci benissimo sai perfettamente che questo post suscitera’ altre opinioni, altri commenti, altro… in generale. Il blog è una bella cosa se lo si usa con intelligenza e con leggerezza o anche se lo si usa per fini personali cercando spazi e facendosi conoscere come futuro-scrittore, futuro-poeta, futuro-giornalista o non so che. Non ci trovo niente di sbagliato.
Nel blog proprio perchè l’anonimato è d’obbligo ci si può rapportare anche con quella sincerità che nella vita normale spesso non abbiamo, nel blog si ha l’opportunita’ anche di scrivere cose che non avremmo coraggio di dire a nessuno, proprio perchè questa maschera ci permette di essere davvero quello che siamo. E’ un controsenso ma cosi’ è.
Per quanto mi riguarda trovo che scrivere e avere un blog sia uno stimolo interessante, i primi tempi ci si avvicina con timidezza, poi diventa una ossessione, poi diventa quel che è, un gioco, un passatempo, un modo per tenersi in contatto e per conoscere anche persone carine e belle persone.
Scrivere per se stessi è altra cosa e tutti abbiamo cartelle di word nel nostro pc mai pubblicate e poi ci sono i post che condividiamo, e tutti sappiamo la differenza tra le due cose. Le cartelle private non danno stimolo, sono li per noi e basta ma mancano di vitalità. Pubblicare è come dire che si fa parte di qualcosa e in questi tempi di faccialibro e di solitudine generale anche un post pubblicato agli altri e per gli altri fa sentire meno soli, più vanitosi, più forti, più coraggiosi. Sentimenti virtuali ovvio che finiscono cosi’ come cominciano.
Ciao Fgem :)

#10   cleide il 22.06.10 alle 08:29

Simpatica provocazione la tua. Leggendo ho avuto la sensazione che il tuo fosse una risposta canzonatoria ad un altro post letto qualche giorno fa su questa rete. Potrei sbagliarmi tuttavia. :)
Cia’ fgem

#11   arial il 23.06.10 alle 00:17

Questo post è molto interessante, stimola, diverte, suscita reazioni, arruffa più del vento…fa accapigliare.
io scrivo per…tu scrivi per…
Devo dire che io scrivo per superare la timidezza che provo nel relazionarmi nel web.
Di solito scrivere sul blog mi genera una sorta di timidezza che non provo viceversa quando scrivo per me stessa: mi confronto con la mia capacità di sostenere il giudizio degli altri. Il loro pensiero diverso, il loro umore giornaliero, la voglia di accogliere o di respingere. In definitiva con la possibilità di un confronto di cultura, quando c ‘è o altro…
Capacità di ottenere delle risposte per migliorarsi.
Tutto va preso per il verso giusto. In modo sportivo in ogni caso e concordo con Celia sulla leggerezza.
La leggerezza permette di conoscere, divertirsi e andare via con il senso di condivisione che questo mezzo, se ben usato, riesce a regalarci.

#12   arial il 23.06.10 alle 00:20

Chiedo venia a FGEM che intanto saluto!
Per Celia che passa di qua: manchi solo tu…

#13   sdat il 24.06.10 alle 23:31

complimenti per l’originalità,
non ho mai dubitato sulla tua vena creativa,
stai aspettando il mio prossimo post per scriverne uno tu?

TADS

#14   fgem il 25.06.10 alle 14:27

x sdat
a proposito del tuo idiotoide commento ti invito a leggere il mio post dal titolo “Piantiamola col gran circo dei blog e dei bloggers”. ERA IL 15 MAGGIO 2007. detto questo non rompermi più i coglioni.

#15   sdat il 25.06.10 alle 19:02

ti ho risposto cazzone,
il mio commento è triste o idiotoide
come hai scritto da me?
sei pure ipocrita

TADS

#16   Chiara il 25.06.10 alle 19:33

condivido pienamente!!! :-)
divertenti i commenti che mi hanno preceduta…sorrido
Due uomini dalle personalità opposte e complesse… credo non si “comprenderanno” mai!..
uno dei vantaggi dei blog è anche questo “odiarsi o amarsi virtualmente”?? confrontarsi e non ri- conoscersi.

#17   elleletizia il 26.06.10 alle 17:12

ho iniziato a scrivere su tiscali notizie in occasione della giornata maondiale della gioventù in Australia.. i commenti anticlericali urgevano una risposta (nel mio immaginario).
d’altro canto, se è giusto sentire una campana ho sempre pensato fosse utile sentire anche l’altra

poi ho conosciuto altri blogger ed è diventato un appuntamento quotidiano, come il saluto appena accendi il pc e inizi.. del tipo (ciao, buona giornata)

avrò partecipato a tante di quelle discussioni, avrò letto tante di quelle idee …

poi c’è stato facebook (usato solo per alcuni mesi e poi da me chiuso)

poi c’è stato il blocco tiscali

oggi c’è il blog che scrivo

per me (che ho una giornata di molte ore lavorative .. non sono impiegata alle dipendenze altrui.. e per me non fa differenza siano le 2 di notte o le 9 del mattino.. se devo fare qualcosa, devo!) … per me Fgem è una pausa FORZATA

tu mi dirai elle.. prima cosa facevi?
prima… uscivo o telefonavo.. era un obbligo.
staccavo.. ma non sempre lo puoi fare se appena esci ti chiamano tutti e appena accendi il cellulare sembra che squilli la banda per la festa del patrono (certe volte devo proprio staccarlo).

oggi faccio tutto ciò che facevo prima (anche molto di più perchè alcuni collaboratori di studio si sono ritirati..) e c’è il blog.

Son d’accordo con Celia, non sono la stessa cosa di un file nascosto in un pc.. soprattutto perchè quel file che tu hai scritto solo per i tuoi stessi occhi… non ti serve proprio a niente se lo nascondi!

lo devi mettere al confronto perchè ti sia utile.
Non so se mi spiego… (lo so ho partecipato a tanti di quei gruppi .. non virtuali.. che distinguo fra pura vanità ed esigenza di confronto)

Quando sei lì e ascolti le esperienze altrui.. poi se vuoi dici la tua sennò stai zitto. ma ciò che dici, lo dici per te stesso e nello stesso per essere ascoltato.

E’ logico che se scrivi pubblicando qualcosa pensi che forse prima o poi qualcun altro ti leggerà.. e ti darà la sua idea.. perchè no?

Non lo chiuderei in una parola come vanità. Almeno non è così per me..
Poi c’è un’altra cosa… regolarsi col tempo: ho imparato a usare l’orologio: è necessario… nel virtuale così come nella vita.
sono prolissa fgem.. un saluto

#18   Chiara il 26.06.10 alle 22:12

Per riflettere tutti nessuno escluso!
Complimenti elle letizia belle frasi: quante verità nel tuo commento!
Ciao buona notte.
Scusa l’intrusione, notte anche a te fgem.

#19   uno qualsiasi il 26.06.10 alle 22:33

buonasera a tutti, sono giunto qui dal blog di quello che ha talmente un caos in testa da avere tutti i pensieri sparsi.
bene credo che un po’ tutti noi scriviamo per principalmente per vanità, vanità di vedere cosa provochiamo con le nostre parole in altri interlocutori, provocare una discussione, provocare una reazione.
Anche quando abbiamo realmente qualcosa da dire è la vanità il propellente che ci muove.
Non vedo, a mio avviso, nulla di male in tutto ciò.

#20   ivy phoenix il 26.06.10 alle 23:41

urka, ne ho scritto uno anche io adesso su questo argomento… mamma… con chi devo litigare? uno o tutti e due?

#21   Lory il 27.06.10 alle 22:54

Era un pò che non passavo ma noto che qua è sempre tutto uguale, mi mancavano le tue perle di saggezza… mi fai sempre sorridere :)
Un bacino Fgem

#22   Florindas il 28.06.10 alle 09:51

Bel post Fgem, lascia perdere i berluscones pieni di boria come sdat che credono di avere il mondo tra le palle. Forse non sanno che tra poco le palle le schiacceremo noi a queste personcine che hanno avuto il lavaggio del cervello. Guarda e passa Fgem, sei unico e geniale.
Ciao

#23   fgem il 28.06.10 alle 17:05

x florindas
grazie per le tue parole
di quel tipo dal nick che ricorda un prodotto disgorgante per lavandini capisci bene che non me ne può fregare di meno.

#24   uno qualsiasi il 28.06.10 alle 20:21

chissà perchè quel nick invece a me ricorda lo scopino del water……. dev’essere si un disgorgante in fondo la funzione è simile!!!

#25   Graphic Emotions il 29.06.10 alle 15:32

eheh Florindas
e proprio quello che crede
di avere in mondo tra le palle

a furia di starci seduto sopra nn lo sa che si atrofizzano :-P

Ciao Fgem

#26   Florindas il 30.06.10 alle 09:13

Ti serve uno stura water dai poteri subliminali, potente e che annienti i batteri comunisti e non che non sono d’accordo con te? Allora usa sdat, lo stura water che in un colpo annienta tutti per umentare il suo potere autopulente. Se poi hai bisogno di un profumo che ti solletica la mente con le sue schizzo bollicine e ti inebria con le sue geniali bolle costruttive, usa fgem, il profumo peace&love. :)

#27   zagara il 02.07.10 alle 16:25

Ciao Effegi’ :) uhmm…non aggiorno il blog dal 31 maggio..perche’?perche’ mi ero un po’ scocciata e perche’ con due pargoli il tempo per scrivere e’ veramente poco..vedi ad esempio in questo momento ne ho uno accanto che fa tatatata e che fra un po’ mi lancia i giocattoli in testa…scrivo comunque dal 2003(prima su un sito poi dal 2006 qui su tiscali)perche’ mi piaceva l’idea del blog come diario “telematico” al posto di quei diari cartacei che tenevo da piccola e che incosciente buttai in un momento di isteria ;) (mai buttare i ricordi cosi).E all’inizio era davvero cosi’.Poi e’ anche vero che comunque l’arrivo di commenti e il fatto di essere seguiti in qualche modo(anche senza commenti)ti fa diventare vanitosi :) magari vai anche in HP e allora ti sforzi di fare una cosa un po’ pulita,ordinata,scritta magari in modo decente…insomma metti delle buone regole per far in modo che chi legge possa averne dei benefici o trarre delle riflessioni o un dibattito o una sana risata perche’ no?o magari delle emerite cazzate…ma chi se ne frega?
E’ anche vero cio’ che dici..scrivere per se stessi…molti dei miei post passati (prima del secondogenito)erano un po’ cazzate un po’ riflessioni…ricordo un tuo commento dove mi dicevi che riuscivo bene nell’intento…minchia c’ho troppa memoria argh!e ultimamente ho scritto un post lacrimogeno/introspettivo perche’ avevo bisogno di scaricare e scrivere cio’ che sentivo anche se non son scesa nei particolari ovvio!e mi son sentita meglio davvero….Effegi’ io credo che tutto sta nel sapersi porre e nel saper usare la testa senza farsi magari prendere troppo (senti chi parla,mi autocritico):DDD
vabbe’ scusasse Effegi’ se ho scritto assai,la saluto e tante cose fresche che qui fa “nu cauru ca si puonu fari l’ova fritti” uahauahuahau Zagara.

#28   Blog Admin il 14.10.10 alle 17:30

Quello che conta è la parola.
Delle motivazioni che spingono una persona a scrivere, in privato o in pubblico, su un muro piuttosto che in un blog, non me ne può fregar di meno.